Arena di Verona: dalle lotte alla musica

Le più grandi storie d’amore sono eterne, quasi senza inizio né fine, e quella dell’Arena di Verona con la musica rientra in questa categoria sotto ogni punto di vista. Oggi la città di Verona è famosa in tutto il mondo per il grande festival lirico che richiama ogni anno milioni di fan, l’Arena Opera Festival, ma la storia della grande musica della città è molto più ampia e lunga e soprattutto fondata nei tempi che furono medioevo e rinascimento.

Musica e Arena di Verona, una lunga storia d’amore

Già nel Medioevo e soprattutto dopo, durante il Rinascimento, periodo in cui Verona conobbe un profondo fermento in campo musicale, la città è stata un vero punto di riferimento per musicisti e professionisti non solo italiani, ma anche stranieri. Sia per la musica sacra che per quella profana, Verona diventa uno dei più grandi centri culturali d’Italia.

È in questo periodo storico che si assiste, ad esempio, alla nascita dell’Accademia Filarmonica di Verona, la più antica accademia musicale europea, nata nel 1543 dalla fusione di due realtà preesistenti, l’Accademia degli Incatenati e l’Accademia Filarmonica.

Il prestigio dell’Accademia crebbe al punto da inglobare, nei decenni successivi, altre istituzioni musicali della città, come l’Accademia alla Vittoria.

Numerosi gli eventi organizzati e anche le iniziative editoriali dell’Accademia, le cui attività sono specificate in particolare nella rivista concertistica Il Settembre dell’Accademia, tra cui un festival internazionale che ha visto trionfare sul palco della Filarmonica orchestre e direttori del calibro della Filarmonica di Berlino, Filarmonica della Scala, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Pierre Boulez, Antonio Pappano, Georges Prêtre e Riccardo Muti.

Situata nella magnifica Sala Filarmonica del 18° secolo, la Fondazione Opera di Verona organizza concerti ed eventi musicali, oltre che a spettacoli d’opera nei periodi invernali. Allo stesso tempo, il Teatro della Restaurazione offre l’apice di un brillante esame della musica (teatro e danza) che spazia dalla musica classica al jazz fino alla musica contemporanea.

Colonna sonora estiva veronese

Quando arriva l’estate, Verona diventa la mecca della musica!

Protagonista indiscussa della primavera e dell’estate veronese è ovviamente l’Arena di Verona, in cui dapprima, nelle mani dell’Impero Romano si sfidavano i gladiatori per volere delle casate di appartenenza, mentre successivamente è divenuta un cult della musica e dell’arte.

L’avventura musicale dell’arena di solito inizia ad aprile con i primi successi musicali e dura fino a ottobre. Molti anni fa, alcuni degli artisti più famosi della musica internazionale hanno creato uno degli eventi più conosciuti al mondo che ha visto esibirsi musicisti del calibro di Elton John a Bob Dylan, da Zucchero a Sting, passando per il Festival Bar, poi i Wind Music Awards e i SEAT Music Awards che mettono in mostra i loro più grandi talenti musicali.

Il Festival dell’Arena di Verona è una rassegna teatrale dal vivo che inizia a giugno e si svolge per tutta l’estate.

Il simbolo estivo dell’arena di Verona, uno dei festival lirici più importanti al mondo, nasce nel 1913 con la nascita di Aida, in occasione del centenario della nascita di Giuseppe Verdi.

Lo spettacolo è popolare da molti anni e rimane il luogo più frequentato dagli spettatori di tutto il mondo per avvicinarsi alla famosa atmosfera marmorea di uno dei migliori cinema romani del mondo e perdersi in una canzone cantata nel teatro più grande del mondo.

Le star dell’Arena di Verona

Placido Domingo, Luciano Pavarotti, Josè Carreras: tre tenori “di casa” all’Arena di Verona, per non parlare dell’altrettanto grande maestro Franco Zeffirelli, spesso anche regista di molte opere, il soprano più famoso della storia, la grande Maria Callas, ed ancora, lo scenografo Giovanni Battista Meneghini che all’inizio della sua affascinante carriera, quando ha impressionato il pubblico per le prime volte, è successo proprio nel più famoso teatro italiano, l’Arena di Verona.

Un classico nel cuore degli italiani, quindi, andare a uno spettacolo in Arena, un sogno che diventa realtà, un’esperienza unica da fare almeno una volta nella vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.