Bergamo: cosa vedere in un giorno

Bergamo è una graziosa cittadina della Lombardia, in Italia, che è diventata sempre più attraente per i turisti di tutto il mondo. La città è vicina a Milano ed è quindi la meta preferita di visitatori curiosi che vogliono vivere qualcosa di diverso.

Dal momento che la città è così piccola, non molte persone la conoscono o sanno che vi è un intero mondo nascosto all’interno.

Visitare Bergamo ne vale davvero la pena perché offre tante bellezze e storie oltre ai suoi musei, le antiche chiese, ed i palazzi e monumenti i quali sono tra i più antichi del mondo.

Qual è il periodo migliore per visitare Bergamo?

Il periodo più consigliato per viaggiare a Bergamo è maggio, seguiti rispettivamente da giugno e marzo.

A seconda delle  preferenze, si dovrebbe scegliere questi periodi per visitare la citta se si ama partire programmando tutto in anticipo anche per via dei prezzi che saranno più bassi se si prenotacon largo anticipo o se si sfrutta qualche offerta speciale di compagnia aerea o catena alberghiera.

Maggio si distingue per le temperature che fanno fiorire la citta in tutti i sensi. La movida inizia a prendere vita, i vacanzieri iniziano ad arrivare ed inizia la catena degli eventi ricreativi e culturali.

Ottimo Marzo anche se le temperature o le condizioni climatiche non sono molto amichevoli, ma buonissimo periodo per viaggi culturali che implicano spostamenti a piedi per visitare chiese monumenti e musei.

Il periodo prettamente estivo, Giugno, Luglio ed Agosto, pullula di turisti provenienti da ogni dove ma per chi preferisce fare dei viaggi anche soltanto un weekend fuori porta é meno consigliato visitare la città per via della grande affluenza ed a causa delle temperature che, si sa, in città tendono ad essere più torride.

Bergamo Alta e Bergamo Bassa

Bergamo dista solo 40 minuti di da Milano e il suo piano urbanistico è piuttosto particolare. Infatti Bergamo è famosa per avere due diversi centri cittadini, ovvero, il centro Città Alta ed il centro Città Bassa.

I due centri sono molto vicini tra di loro e sono collegati da scalinate e percorsi antichi, sia designati da apposita segnaletica ed anche percorsi più nascosti, quelli che solo i locali conoscono, quelli legati alla storia antica radicata della cultura dei cittadini autoctoni bergamaschi.  In alternativa, i più pigri, possono usufruire per pochi spicci della fantastica funicolare che porta anche al Castello di San Virgilio, un luogo mozzafiato dal quale si può godere di una vista emozionante e singolare su tutta Bergamo e la piana circostante oltre a riuscire a vedere esplicitamente i grattacielo milanesi nelle giornate di cielo limpido.

Porta Nuova

È l’unica porta di Bergamo Bassa poiché le altre quattro sono situate a Bergamo Alta.

Da porta Nuova, percorrendo via XX Settembre, ovvero, la via dello shopping, il corso della Città Bassa e percorrendo via Sant’Alessandro fino ad arrivare in via Pignolo, una strada stretta e leggermente ripida, ci si accorgerà di essere arrivati alle porte del centro della Città Alta, esattamente al cospetto di Porta Sant’Agostino.

Piazza Vecchia

Emblema di Piazza Vecchia di Bergamo è sicuramente la fontana Contarini, al cui lato si trova la Biblioteca Angelo Maj, il Palazzo della Ragione e la Torre dell’Orologio, anche comunemente detto “campanone”, le cui campane rintoccano 100 volte alle 22 per ricordare l’antico coprifuoco a cui erano costretti i Bergamaschi.

Altro luogo di interesse emblematico di Pazza Vecchia è il Duomo, la Basilica di Santa Maria Maggiore con gli intagli di Lorenzo Lotto e il noto in tutto il mondo Battistero nel quale è possibile visionare affreschi, quadri e cimeli risalenti ai tempi andati in cui la città di Bergamo era popolata da grandi signori ed artisti di fama mondiale i cui nomi sono ancora oggi ben noti e studiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.