Budapest: andiamo in Ungheria!

Budapest è la capitale dell’Ungheria e qui ci vivono quasi 2 milioni di persone, circa un quinto della popolazione nazionale. In passato era una perla preziosa dell’impero austro-ungarico. Il dominio ottamano, infatti, ha lasciato forti tracce della cultura turca e influenze importanti che si respirano e si osservano passeggiando per la città. Budapest ha avuto un destino molto simile a quello della città tedesca di Berlino. Entrambe sono passate attraverso il decadentismo causato dagli effetti dell’Olocausto e dalle costrizioni del periodo sovietico. Successivamente, la ripresa economica e turistica, a partire dal 1990, ha trasformato le due metropoli in mete turistiche ambite e ricercate.

Una delle città più belle e visitate del mondo

Vivibile, romantica, moderna, ordinata e pulita Budapest è una tra le città più visitate al mondo. Passeggiando per le strade si avverte l’influenza delle culture e delle tradizioni dei popoli che, in questo luogo incantevole hanno messo radici. Sono due i motivi principali che decretano il successo di questo lembo d’Europa. Il primo è che Budapest ha la fama di essere una destinazione turistica ancora economica, come le altre capitali dell’est. I prezzi, infatti, sebbene in continuo e graduale aumento, risultano ancora convenienti. I costi di una vacanza risultano sostenibili rispetto a quelli che si affronterebbero scegliendo altre mete turistiche. Il secondo motivo è la comodità nei trasporti grazie alla presenza di quella che è la più antica metropolitana europea dopo quella di Londra costruita solo 6 anni prima.

 

Le Terme di Budapest e la grande bellezza raccontata da un territorio che evoca il passato

Impossibile non associale la città ungherese con le suggestive Terme che la popolano e la rendono, ancora di più, meta preziosa e ambita. A Budapest si contano centinaia di sorgenti di acque termali e medicinali, con una temperatura tra 20 e 76 gradi centigradi. Gli stabilimenti termali lavorano a pieno ritmo, sia d’estate che d’inverno, offrendo a turisti e cittadini, la possibilità di rigenerare il corpo e la mente. Tra i bagni più belli ci sono quelli di Királi, Rudas, Gellért e Rác. I prezzi partono da 3100 fiorini, 10 euro circa, per una giornata intera con uso della cabina. I primi a scoprire le proprietà benefiche delle acque termali furono i romani che edificarono le prime strutture dedicate al ristoro del corpo e dell’anima. Poi fu la volta dei Turchi, che nel sedicesimo secolo, i bagni turchi, alcuni dei quali ancora in uso, fino a giungere, in epoche più recenti, ai complessi termali in stile Art noveau, patrimonio architettonico della capitale ungherese.

 

Una città spezzata in due

Budapest è divisa in due anime dal Danubio che separa Pest, il quartiere moderno e dinamico, da Buda, collinare e prevalentemente arcaico. Il simbolo della città delle terme è sicuramente il Parlamento di Budapest, il simbolo della città. Il complesso architettonico neogotico stupisce e ammalia l’osservatore. Partite dal lungofiume per ammirare per la sua immensa orizzontalità, bilanciata dalla cupola centrale con i suoi 96 metri d’altezza proprio come la Basilica di Santo Stefano. La volontà era quella di sancire una sorta di equilibrio tra il potere politico e quello religioso anche nell’edificazione dei rispettivi edifici. Due altri luoghi da visitare assolutamente sono il Ponte delle Catene e il Castello di Buda.

La gastronomia locale. Sapori da non perdere

Nei pressi della stazione Fővám tér, c’è il Grande Mercato di Nagycsarnok. Qui, il visitatore, può concedersi un’esperienza visiva e olfattiva all’insegna del cibo tipico dell’Ungheria come il salame, le grandi frittelle chiamate langos, la salsiccia ungherese. Il piatto ungherese per eccellenza è il Gulash nelle sue molteplici varianti. Il suo nome originale gulyás deriva dall’usanza di una delle sette tribù nomadi di cucinare la zuppa nel paiolo. Si tratta, in sostanza, di una zuppa a base di carne di manzo arricchita da patate, peperoni e strutto, insaporita dall’amata paprika. Impossibile andare via senza assaggiarlo almeno una volta! (Piatti tipici locali da assaggiare in viaggio a Budapest).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.