Esplorando la bellezza e la cultura di Città del Capo: una guida turistica completa

Cape Town o Città del Capo è una delle città più belle del mondo e punto di interesse dell’intero Sud Africa. La città era state eletta nel 2014 Capitale Mondiale del Design ed oggi è una delle metropoli più invitanti dell’intero continente africano. Si tratta di una città multiculturale, in cui ogni individuo ha una storia personale da raccontare, una storia affascinante e ricca di avventure legate proprio a questa città che è ormai diventata per molti casa e meta di lavoro.

Città del Capo, la città melting pot d’Africa

Chiamata anche “Città madre” per il ruolo chiave avuto nello sviluppo del moderno Sud Africa, Città del Capo è dominata dalla Table Mountain, una grande altura dalla cima piatta che può essere raggiunta tramite funivia per godersi il panorama sulla città. Una visita della città d’altronde non può dirsi completa se non si sale sulla cima della Table Mountain!

Se avete voglia di scoprire ogni angolo della città, non potete farvi scappare Robben Island, un’isola che è stata inserita dall’Unesco nella listi dei siti Patrimonio dell’Umanità per rendere omaggio a tutti coloro che come Nelson Mandela vi trascorsero lunghi anni di prigionia in nome della democrazia. Qui sarà possibile accedervi soltanto partecipando ad un’escursione organizzata che dura in genere 4 ore. Essa vi riporterà indietro nel tempo, in quel passato in cui grosse divisioni avevano cancellato quasi completamente i diritti delle persone nere.

City Bowl è invece un’area della città amata da tutti gli appassionati di arte e cultura. E’ qui che si trovano alcuni dei musei ed edifici più importanti della città: il District Six Museum è ad esempio un museo che riscostruisce la storia dell’antico quartiere multirazziale, cancellato durante gli anni bui dell’apartheid e delle tantissime persone che vi abitavano. Boo-Kaap è invece uno dei quartieri più rinomati della città per le sue case basse e dai colori vivaci. Verso la metà del XVIII questo quartiere fungeva da presidio militare, mentre intorno al 1830 fu teatro delle prime rivendicazioni da parte degli schiavi liberati.

Città del Capo è nota anche per i Kirstenbosch National Botanical Garden, giardini botanici che si estendono su una superficie di 52,8 kmq, in cui fiori dai mille colori ed alberi dalle forme più disparate vi lasceranno a bocca aperta. Nel 2013 è stata poi aggiunta la frequentata Tree Canopy Walkway, una sinuosa passerella in legno ed acciaio che si snoda al di sopra degli alberi e che consente di ammirare panorami meravigliosi.

Tra i promontori a picco sul mare più belli della città c’è invece Cape Point, noto anche come Cape of Good Hope: si tratta di una parte del Table Mountain National Park, caratterizzata da un paesaggio mozzafiato, con bellissimi paesaggi, una ricca vegetazione e spiagge quasi sempre deserte. Per percorrere questo sentiero ad anelli della lunghezza di più di 30 km è importante prenotare in precedenza.

Città del Capo è ormai un vero e proprio simbolo di rinascita, quella dell’Africa che ce l’ha fatta. Si tratta di una delle metropoli più importanti del continente, la terza per numero di popolazione, ed è il primo insediamento europeo in Africa da parte degli olandesi. E’ oggi un centro propulsore del commercio marittimo, vista la sua posizione strategica e di turismo da tutto il mondo. Sin dallo sbarco dei primi coloni olandesi al primo discorso di Mandela, ritroviamo i segni e le tracce culturali lasciate dall’uomo bianco: gli antichi edifici in stile cape dutch coesistono oggi con
grattacieli e lussureggianti giardini botanici che la rendono una città dalle mille sfumature tutte da scoprire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.