Muraglia Cinese: storia e curiosità

La Grande Muraglia Cinese è uno dei simboli più famosi dell’Oriente nel mondo. Da sempre simbolo del popolo cinese, essa possiede una storia lunga nella quale si intrecciano storie e tradizioni di ben più di venti dinastie imperiali e che ancora oggi continua ad intrigare i viaggiatori di tutto il mondo, curiosi di conoscerne ogni dettaglio.

La Grande muraglia cinese è stata inserita nell’elenco delle sette meraviglie del mondo moderno e proprio per questo motivo vale la pena scoprire qualcosa in più su questa bellezza architettonica dallo straordinario ed antico fascino.

Alla scoperta del simbolo della Cina nel mondo!

Sono tantissime le domande che ancora oggi gravitano attorno alla Grande muraglia cinese, uno dei monumenti più conosciuti al mondo e patrimonio dell’Umanità UNESCO. Alcune delle domande più fatidiche sono ad esempio: quanto è lunga la grande muraglia cinese? Da chi è stata costruita e qual era il suo scopo effettivo in passato?

La Grande Muraglia cinese, nota in patria con il termine di Chàngchéng – traducibile come “Lunga Muraglia” è un complesso di mura fortificate che attraversa la Cina settentrionale per una lunghezza di circa 21196,18 km, tenendo conto delle varie diramazioni nel complesso. Il punto di partenza di questa straordinaria opera architettonica è in corrispondenza del passo di Jiayuguan, nella provincia del Gansu, luogo in cui si incrocia la via della Seta, che in passato era percorsa dai commercianti di tutto il mondo per il trasporto di materie pregiate come la seta ed il cotone, e si conclude ad Husan nel Liaoning, dove a ridosso di Shanhaiguan incontra poi il mare.

La struttura della Muraglia cinese che attraversa moltissime province della Cina, tra le più famose Pechino e la Mongolia Orientale, è caratterizzata da materiali diversi a seconda del periodo in cui i vari tratti furono costruiti: tra i materiali più utilizzati ci sono la pietra, sabbia, terra e mattoni. Spesso lungo il percorso è facile trovare poi torrette per la sorveglianza e per le comunicazioni ed altri elementi a scopo difensivo che testimoniano il ruolo di questa meravigliosa opera a cielo aperto per la difesa del territorio.

L’origine della Grande Muraglia è di carattere militare. Sembra infatti che l’impresa di costruire tale opera risalga infatti alla figura leggendaria di Qin Shi Huang, primo imperatore cinese, vissuto nel III secolo a.C. In particolare, l’imperatore nel 221 a.C. uscito vittorioso da una serie di ripetuti conflittii che coinvolsero per decenni i diversi regni della Cina, riuscì finalmente ad unificarli sotto il suo unico dominio: temendo future insurrezioni da parte dei singoli territori, ordinò poi la costruzione di mura difensive per proteggere il neonato impero.

Nonostante con il passare del tempo, l’assetto militare della costruzione sia poi venuto meno, ancora oggi la Grande Muraglia cinese rimane uno specchio fedele della storia di questo popolo: essa è metafora di valori come orgoglio, unità e resistenza che da sempre hanno caratterizzato e continuano a caratterizzare la cultura dell’antichissimo popolo cinese. La Grande Muraglia è oggi simbolo di apertura spirituale del paese nei confronti del mondo esterno ed allo stesso tempo simboleggia la volontà del paese di proteggere e custodire il proprio patrimonio intellettuale,artistico e culturale.

Essa è ancora oggi al centro di leggende, poemi e canzoni dell’immaginario orientale: la grande muraglia rappresenta ormai sin  dall’antichità un simbolo che fa parte della storia e della cultura del mondo cinese e per questo ogni viaggiatore che ha la fortuna di visitarne anche solo un angolo non può che rimanere incantato da questo luogo meraviglioso in cui il tempo sembra essersi fermato a tanti tanti anni fa, un luogo in cui storia e cultura si intrecciano indissolubilmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.