Nairobi: scopri la vibrante capitale del Kenya tra cultura e natura

Nairobi oltre ad essere la capitale del Kenya, è certamente una delle città più affascinanti dell’intera Africa. Con 4 milioni di abitanti, questa città
situata su un altopiano è la più grande e popolosa dell’intero Kenya. Essa rappresenta molto spesso il punto di partenza delle più svariate escursioni
effettuate nel Paese e si colloca a pochi passi da bellissime riserve naturali in cui è possibile ammirare leoni ed altri animali della savana nel loro
ambiente naturale.

Nairobi: la capitale politica e culturale del Kenya

La città di Nairobi fu fondata nel 1899 come un semplice deposito ferroviario sulla rete ferroviaria che collegava Mombasa con l’Uganda. Essa è
cresciuta molto rapidamente fino a divenire la capitale delle colonie britanniche orientali dell’Africa agli inizi del ‘900. Nairobi fu poi proclamata
prima Capitale dello Stato Indipendente del Kenya nel 1963. In seguito alla conquista dell’indipendenza, la città ha iniziato a crescere con rapidità ,
tanto che le stesse infrastrutture della città sono divenute insufficienti provocando carenze d’acqua e interruzioni dell’elettricità. Negli ultimi anni
però attraverso una serie di ristrutturazioni ed innovazioni, anche da un punto di vista urbanistico ci sono stati grandi miglioramenti in tal senso.

I palazzi della città la rendono subito una capitale moderna e fuori dalle righe, Nairobi non rappresenta infatti solo la porta d’ingresso alle
meraviglie del Kenya, ma oltre ad essere uno dei centri politici più importanti del Kenya e dell’intera Africa è innanzitutto ricca di cultura, la quale si
apre alla conoscenza dei visitatori attraverso musei e monumenti sparsi per tutta la vivace metropoli. Una delle massime espressioni della cultura
locale è il Museo Nazionale, tappa imprescindibile prima di lasciare la città alla volta dei parchi naturali del Kenya per scoprire la natura selvaggia di
questo paese. Il Parco nazionale di Nairobi è ad esempio un’area naturale protetta che si estende per 117 km quadrati in cui è possibile realizzare
safari da sogno, avvistando zebre, giraffe, leoni, elefanti e tantissimi altri abitanti della savana. Il Nairobi Safari Walk, rappresenta invece
un’alternativa al safari 4×4. Si tratta di un safari a piedi che vi porterà tra la ricca vegetazione e le specie animali più disparate.

E’ però all’interno del Bomas of Kenya che tutta la storia, la cultura e le tradizioni del popolo africano di Nairobi disvela il suo fascino. Si tratta di un
centro culturale poco fuori dalla città , in cui vengono mostrate la vita, i costumi, il trucco e le usanze del popolo Masai rimanendone letteralmente
incantati.

In tutta la città si trovano molti spazi aperti, giardini e parchi: Nairobi è una delle città più verdi dell’Africa. Il più famoso parco cittadino è Uhuru
Park. Qui non ci sono animali selvatici e vegetazione rigogliosa , ma prati verdi, laghetti e sentieri sui quali è piacevole viaggiare e trascorrere
qualche ora in totale tranquillità; proprio come nel quasi adiacente Central Park, un parco che include anche un memoriale a Jomo Kenyatta, primo
presidente del Kenya indipendente.

Sicuramente degna di essere citata è Ngong Hills, una collina verde ad ovest di Nairobi, dalla quale è possibile godere di una splendida visita sulla
città e sul parco Nazionale.

Nairobi può considerarsi a tutti gli effetti una città versatile. Natura, cultura, religione e modernità sono racchiuse in questa vivace metropoli
africana che stupisce e soprattutto smentisce tutti coloro i quali tendono a considerare il continente africano come un simbolo di quello definito da
sempre come “Terzo Mondo”. Nairobi non è solo una meta turistica e città affascinante, ma è soprattutto un emblema di rinascita e di riscatto da
parte dell’intera Africa nei confronti dello “più sviluppato” Occidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.