Paulet Island: esplorando la vita selvaggia e la storia dell’Antartide dal vivo

Paulet Island è un’isola antartica facente parte della terra Graham. Si tratta di un’isola vulcanica scoperta durante la spedizione britannica del 1839-1843 al comando di James Clark Ross ed intitolata a Lord George Paulet, marinaio e capitano della Royal Navy. Questa piccola isola offre un’esperienza straordinaria grazie alla maestosità dei suoi paesaggi caratterizzati da una natura selvaggia e l’affascinante storia dell’esplorazione dell’Antartide. Di seguito, ci soffermeremo sulla fauna selvatica che popola l’isola e sveleremo i segreti del suo passato storico, oltre a preziosi consigli per una visita indimenticabile.

Paulet Island: una meraviglia della natura

L’isola di Paulet è composta da diversi strati di lava e cenere sovrapposti che terminano con un cono vulcanico ed un piccolo cratere alla sommità. E’ proprio il calore geotermico che permette di mantenere parte dell’isola libera dal ghiaccio, accogliendo così in queste zone tantissime colonie di pinguini di Adelia ed essere perciò popolare meta di turisti antartici. Paulet island è conosciuta infatti per essere proprio uno dei luoghi prediletti da differenti specie di pinguini che si riuniscono qui per riprodursi e per nutrire i loro piccoli. Osservare questi animali nel loro ambiente naturale sarà uno spettacolo imparagonabile e difficile da dimenticare.

Il pinguino di Adelia che nidifica proprio a Paulet Island forma grandi colonie sulle coste rocciose dell’ intera Antartide. Si tratta di una delle specie più piccole, ma in grado di muoversi agilmente sia in acqua che sulla terraferma.

Paulet Island è conosciuta anche per essere uno dei luoghi in cui nidificano gli albatros. Questi magnifici uccelli dall’apertura alare che può raggiungere i 3,5 metri, sono noti per i loro voli epici che attraversano gli oceani e che giungono sull’isola per nidificare e creare nuove vite volte a scoprire il mondo. La grazia e l’agilità di queste creature vi lasceranno a bocca aperta.

L’isola di Paulet è un’isola ricca di sorprese. Sarà qui possibile ammirare i resti di un cottage costruito dai naufraghi della spedizione guidata dall’esploratore nordico Otto Nordenskjold nel 1903. Qui hanno resistito alle avversità dell’ambiente estremo per 10 mesi, sopravvivendo grazie all’uccisione di foche e pinguini. Ancora oggi i resti delle costruzioni e le provviste abbandonate sono testimonianze silenziose della tenacia e del coraggio degli esploratori.

Cosa portare con sè nel viaggio verso Paulet Island?

Se Paulet Island è presente nella vostra travel list, dovrete certamente partire super attrezzati. Il clima gelido e l’ambiente estremo dell’isola metteranno alla prova il vostro corpo e la vostra mente e perciò sarà necessario non farsi trovare impreparati.

Per godere di un’esperienza indimenticabile a Paulet Island bisognerà portare con sè innanzitutto un abbigliamento adeguato; in particolare abiti impermeabili, calzature antiscivolo ed abiti caldi contro il gelo dell’Antartide. Occhiali da sole e crema solare inoltre saranno fondamentali per proteggere la pelle ed il viso dai raggi solari intensi che riflettono sulla neve proprio come è consuetudine fare per qualsiasi viaggio ad alta quota. Nel proprio kit per Paulet Island fotocamera e binocolo sono fondamentali per poter ammirare la fauna selvatica e cogliere ogni minimo angolo dei paesaggi straordinari di quest’isola. Bisogna inoltre ricordarsi che sarà necessario mantenere una distanza di sicurezza dagli animali in modo da non disturbare il loro ambiente naturale.

Paulet Island è un tesoro dell’Antartide che combina la bellezza della natura selvaggia con le tracce passate di una storia avvincente. Ogni appassionato di natura, storia o dell’esplorazione non può non progettare un viaggio verso Paulet Island. Si tratta di un viaggio all’insegna dell’avventura ed un viaggio che rimarrà sempre impresso nei ricordi di ogni viaggiatore che tornerà a casa arricchito e rinnovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.