Istanbul, la terra del Grande Bazar

Da sempre luogo di incontro tra Oriente ed Occidente e crocevia di popolazioni e culture diverse, Istanbul, nell’antichità Bisanzio o Costantinopoli, ed oggi affollata meta turistica della Turchia è una città coinvolgente ed affascinante, una città che merita di essere scoperta in ogni angolo.

L’importanza di Istanbul tra storia e presente

Instanbul è la città più importante della Turchia e una delle maggiori d’Europa. La sua storia e la sua attività economica sono dovute principalmente alla posizione strategica in cui questa città è situata tra il Mar Mediterraneo ed il mar Nero e quindi tra l’Europa e l’Asia…non a caso essa è stata la capitale di 3 gloriosi imperi: quello romano, bizantino ed ottomano, che hanno donato ognuno a suo modo la propria cultura e le proprie tradizioni, lasciando un pezzetto di storia tra le mura di una città che è oggi una delle più affascinanti del mondo.

La città di Istanbul assume il suo nome attuale soltanto nel 1930, e soltanto nel 1960 si avviò una vera e propria modernizzazione della città, con la costruzione di una moderna rete di trasporti pubblici. Nel ’63 avvenne invece l’accordo con Ankara, oggi capitale della Turchia, che costituì il primo passo verso l’integrazione della Turchia nell’UE.

Negli anni ’70 la città conosce un periodo di crescita demografica, dovuto al forte flusso migratorio della popolazione dell’Anatolia, che si spostava in cerca di lavoro nelle fabbriche costruite alla periferia della città

Oggi Istanbul è una delle città più visitate d’Europa, da parte di tutti gli amanti della storia antica e pronti a vivere le magnifiche vibrazioni di una città ricca di contrasti.

Cosa non bisogna perdersi durante un viaggio ad Istanbul

Le attrazioni ed esperienze offerte da Istanbul sono tantissime. La città è infatti ricca di siti storici che testimoniano la sua importanza nel corso della storia in quanto Capitale dell’Impero Romano d’Oriente e magnifiche viste che incantano con skyline unici su grattacieli e piazze gremite di gente. Instanbul è un continuo via vai, e qui la cultura la fa da padrona: essa viene molto spesso scelta come luogo in cui tenere conferenze internazionali, festival di cinema, musica e teatro: conta inoltre più di 80 musei e molte gallerie d’arte che mettono in mostra tutta la cultura, l’arte e la storia che caratterizzano l’antica capitale d’Oriente.

Tra le principali attrazioni ad Instanbul c’è la Chiesa di Santa Sofia, una delle più grandi chiese cristiane. Prima chiesa, poi Moschea, oggi museo. Grandi cupole, mosaici dorati e decorazioni che hanno ispirato quelle della Basilica di San Marco a Venezia, fanno di questo edificio uno dei più grandi esempi d’arte bizantina di tutti i tempi.

E’ a Istanbul poi che si trova una delle moschee più belle del mondo, la cosiddetta Moschea Blu. Qui sarà facile rimanere affascinati dalle tantissime decorazioni e maioliche azzurre da cui deriva il nome della moschea, oltre che da cupole celestiali, lanterne dorate e il silenzio degli uomini in raccoglimento: l’atmosfera che qui si respira è totalmente improntata alla preghiera ed alla meditazione.

Meritano una visita anche il Palazzo Topkapi, antica residenza dei sultani dell’Impero Ottomano con giardini rigogliosi e stanze private sfarzose e il Gran Bazar di Istanbul, oltre 200 mila metri quadrati di negozi in cui sarà facile perdersi tra negozietti, piccole boutiques e chioschi ricchi di merce, souvenir e manufatti preziosi, perfetti per portare a casa un ricordo di una delle città più affascinanti e poliedriche del mondo.

Per stupende foto panoramiche il Bosforo, braccio di mare che si insinua nella città è uno dei luoghi più belli da cui ammirare Istanbul passeggiando vicino al mare e godendosi un pò di relax.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.