Petra: tra viaggio nel tempo e meraviglia architettonica nella città dei Nabatei

Petra, completamente circondata dal deserto della Giordania, Asia, è uno dei tesori archeologici più belli e visitati al mondo. A rendere così speciale questa città antica è l’intreccio di culture e tradizioni di popoli antichi, in particolare quello nabateo, romano ed edomita, che hanno plasmato la città con le loro impronte uniche, contribuendo a renderla oggi un sito archeologico che è considerato una delle sette meraviglie del mondo.

La storia di Petra e del suo popolo: i Nabatei

L’antica città di Petra (nota anche come “la città rosa” della Giordania, per il colore particolare della roccia in cui sono stati scavati tutti gli edifici del sito archeologico) ha sempre assunto un ruolo importantissimo da un punto di vista commerciale sin dall’antichità. Si trattava infatti di un vero e proprio fulcro di culture e tradizioni che qui si incontravano a metà tra Occidente ed Oriente, approfittando della posizione strategica della Giordania e dell’attuale capitale Amman. Gran parte dell’attuale successo e bellezza di Petra a livello mondiale, si deve alle sapienti mani del popolo
nabateo. I Nabatei erano un popolo arabo che fiorì tra il III e il II sec. d.C. ed il loro regno si estendeva su una vasta area che comprendeva parti di Giordania, Israele, Arabia Saudita e Siria. Gran parte di loro erano abili architetti ed ingegneri ed è proprio sulle bellezze di Petra che si riflette il loro talento.

Passeggiando per le strade di Petra sarà impossibile non rimanere esterrefatti di fronte alla maestosità di templi e case completamente scolpiti nella roccia. I Nabatei erano veri e propri artisti che si divertivano ad intagliare la roccia creando straordinarie facciate, templi e strade. L’ingegnosità dei Nabatei è evidente nella loro capacità di plasmare la roccia e di creare strutture complesse che si integravano in maniera armoniosa con la natura ed il paesaggio circostante.

Un tuffo nelle bellezze architettoniche di Petra

Il fascino di Petra deriva dalla sua collocazione spettacolare nelle profondità di una stretta gola nel deserto. Dall’ingresso principale si entra nel canyon, chiamato Siq, una voragine stretta e tortuosa, alta fino a 200 m e lungo oltre 1 km. Camminando fra le meravigliose pareti del canyon si notano le sfumature dai colori rosso-viola tipiche della roccia, le iscrizioni nei linguaggi antichi dei vari popoli che hanno abitato questo meraviglia e stanze scavate negli antichi canali per il trasporto dell’acqua. Il Siq termina di fronte al monumento più noto di Petra, El Khasneh cioè “Il Tesoro”.

La facciata di questo splendido monumento è stata utilizzata nella scena finale del film di Indiana Jones. Collocato nel cuore della città, sono i suoi intricati dettagli architettonici che lasciano senza fiato i visitatori. Il Tesoro è stato inizialmente ideato come mausoleo per un re nabateo, ma la sua funzione esatta rimane ancora avvolta nel mistero. Dopo aver attraversato il Siq, attraverso la via delle Facciate si arriva al Monastero. Si tratta di un’imponente struttura situata in cima ad una lunga scalinata scavata nella roccia che offre una splendida vista sull’intera città di Petra. Ciò che caratterizza questo luogo è l’atmosfera mistica che lo circonda. Qui non rimane che perdersi nei dettagli ed ammirare stupefatti questa tomba scavata nella roccia con tutte le sfaccettature e caratteristiche che la rendono unica al mondo. Spesso di fronte al Monastero sostano alcuni dromedari che catturano l’attenzione dei turisti, ma che sarà possibile avvicinare soltanto pagando una certa somma: essi costituiscono infatti una vera e propria attrattiva!

Petra, la città dei Nabatei, è un vero gioiello storico ed architettonico che non può non essere visto durante il proprio viaggio in Giordania. Con la sua architettura completamente scavata nella roccia e la storia affascinante che circonda questa città, Petra è un’esperienza di viaggio unica nel suo genere. Esplorare Petra è come realizzare un viaggio nel tempo. Indipendentemente se tu sia un appassionato di storia o un semplice avventuriero questo sito archeologico saprà sorprendere ogni viaggiatore che non potrà fare a meno di scoprire gli antichi tesori di una città antichissima e immutata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.